Archivi tag: cesteria

Cesteria/2

Standard

Secondo round della cesteria. Obiettivo: realizzare un cestino con il manico.
Già la sera prima, con le ultime forze, avevamo impostato il fondo che ha poi soggiornato a lungo per quasi un’intera giornata nella fontana per ammorbidirsi per bene.

 

cestino_fondo

Nella foto ne compaiono due. Come si vede bisogna  forare e poi infilare i rametti di salice uno nell’altro fino a formare una sorta di raggiera intorno alla quale si pone un primo intreccio:  ieri sera, per completare questa prima parte abbiamo aggiunto  ancora qualche giro fino alla larghezza voluta. Alla fine abbiano tagliato la parte eccedente dei rametti ( o “piantoni“)

Per coprire il segno dei  tagli sulla base abbiamo formato una specie di cornice ad intreccio e quindi via, su  veloci fino a raggiungere altezza e forma desiderata (ehm, veloci per modo di dire: 4 ore… )

Questo il risultato finale:

cestino

Avrebbe dovuto risultare rettangolare e  allargato progressivamente verso l’alto; a me è venuto ovale e sempre con la medesima inclinazione e forse anche un po’ storto;  adesso vedo ancora di più gli  errori.   

Lo so, non è un capolavoro e non passerà alla storia, …  ma il manico non è bellissimo?

Stasera, credo, ancora cestini.

Alla prossima. T

Annunci

Cesteria

Standard

 

Per la serie  ” di questi tempi non si sa mai” e “non è mai troppo tardi” non mi sono lasciata sfuggire questo corso che si chiama proprio così: cesteria ed impagliatura sedie.

Orario non proprio comodo in quanto il corso  si svolge per 4 serate dalle 19 alle 23  (un incontro dalle 20 alle 24)   e in quelle ore non si è proprio al massimo della lucidità con una giornata sulle spalle. Comunque, ieri sera è stata la prima volta e tutto sommato è andata bene. Dico subito che mentre non è difficile imparare il movimento, risulta più difficoltoso l’ottenere quello che si vuole piegando il salice in modo che si curvi o resti piatto a seconda della forma che si desidera dare all’ oggetto.

Ieri sera si trattava di realizzare  una piccola gerla – utilizzando rametti di vario spessore, come si vede dall’alternanza dei colori –  con il dorso piatto per poterla appendere al muro. Tra i partecipanti  i risultati sono stati simili, ma diversi: gerla più lunga, più corta, più dritta, più storta, più larga, più stretta,  ma ci ha accomunati la mancanza di piattezza..

gerla salice

.   In ogni caso già essere riusciti a modellare gli intrecci costituisce un piccolo successo. E stasera, cestini…

 

Alla prossima. T