Archivi tag: bracelet for beginners

Bracciale tennis

Standard

Sembra proprio che certe idee girino per l’aria e contagino le persone.

Da tempo avevo in mente di proporre qualcosa sul braccialetto tennis (qualcuno ricorda Chris Evert, la tennista? C’è una piccola storia dietro a lei e ad un filo di brillanti che portava al polso e da qui il nome) e per la serie “quello che riesce a me riesce a tutti” avevo cercato ispirazione e suggerimenti.  Da non credere: in almeno due continenti – Europa e America – è scoppiata la febbre del bracciale tennis e sono stata sommersa da troppi schemi e tutorial. Ho davvero faticato per restringere il campo e alla fine ho scelto due possibilità.

bracciale tennisNella foto si vede quello che ho realizzato seguendo le indicazioni dell’americana Sandra Halpenny (sui toni del miele) e dell’italiana Agape Bijouxsui toni verde/nero.

Il primo braccialetto risulta più sottile, ma secondo me resta troppo visibile il filo tra le perline, il secondo invece – leggermente più alto – ha una sequenza di castoni quadrati in cui i biconi (o le perle) si inseriscono perfettamente.

bracciale tennis particolare

Tutti e due i lavori sono  spiegati chiaramente, anche se con metodi (e lingue) diversi, facili, veloci, adatti a chi è alle prime armi e vuole realizzare qualcosa di portabile e carino.

Non vorrei apparire campanilista, ma dentro di me ho già deciso quale continuerò a produrre….

Alla prossima. T

Bracciale in filo armonico

Standard

Questa volta ho realizzato un bracciale in filo armonico alternando elementi vari alle beaded beads proposte da Kelly di Offthebeadedpath. Lei le chiama circle of life; questi termini mi hanno incuriosita e sono andata a scartabellare in rete per scoprire che così si intitola una famosa canzone (mea culpa, pure candidata all’ Oscar!) di Elton John  inserita nella colonna sonora del Re Leone.
Non so se musica e cartoni animati abbiano a che fare con questi deliziosi  ovetti di perline, ma ora mi sento più soddisfatta e più informata.

Ecco l’oggetto in questione:

bracciale filo armonicoUna volta realizzate parecchie  beaded beads, in colori diversi, così come suggerito nel video ne ho montate alcune su del filo armonico alternandole ad altri componenti.

beaded bead particolareNon ho molto altro da aggiungere se non che le ritengo molto utili e versatili, nel senso che è sempre bene averne qualcuna da parte, magari utilizzando delle rimanenze, per abbellire altre creazioni.  Raccomando solo alla fine  un bel po’ di passaggi di filo per rendere il tutto più consistente.

Alla prossima. T

2014: un bel braccialetto per iniziare l’anno

Standard

Proprio così. Innanzi tutto Buon Anno e che sia un anno fruttuoso e sereno. Poi, come primo lavoretto dell’anno proporrei un braccialettino simpatico e veloce da realizzare. Dalla grande tavola di Aroundthebeadeingtable ho prelevato lo schema che permette di ottenere questo

braccialetto perline

Ho poco da commentare perchè la spiegazione è molto chiara (la si può anche scaricare in formato PDF). L’unica osservazione riguarda – al solito – la chiusura. Ho preferito applicare 2 salvafilo ad ogni estremità per poi agganciarli ad un anello. Questa foto forse è più eloquente di tante parole:

braccialetto perline particolare

Siccome le 3 yards di filo (corrispondenti a circa m. 2,70) erano più che abbondanti mi sono permessa di andare avanti ed indietro per tutta la lunghezza più volte e ogni volta aggiungevo un wire-guardian con relativi schiaccino e coprischiaccino. Il risultato mi soddisfa molto di più sembrandomi il tutto resistente al punto giusto ed anche i vari passaggi sono serviti al rinforzo generale.

Dimentico sempre di dire che chi non riuscisse proprio a districarsi con  l’inglese può contattarmi e per e-mail invierò la trascrizione che ho usato per me.

Alla prossima. T

Bracciale perline

Standard

Titolo semplice semplice per un oggetto semplice, ma d’effetto e piacevole da indossare.

bracciale perline

Ho da poco scoperta questa prolifica signora russa/americana (suppongo, visto il nome e il cognome) che pubblica a ripetizione dei video spesso interessanti.

La tecnica per realizzare questo braccialetto è praticamente uguale a quella mostrata nel post precedente, anzi ancora più immediata, perchè mancando l’inserimento di una perlina 11/0 non si forma la spirale,  ma la lavorazione procede dritta a formare una sorta di colonnina.

Il progetto originale prevede l’inserimento a mo’ di distanzieri di bugles, ma per ben due volte mi hanno tagliato il filo per cui ho dovuto ripiegare su cristalli in un colore di contrasto con il bianco dominante.

bracciale perline

Si tratta di un lavoro molto veloce e davvero senza alcuna difficoltà e lo consiglio vivamente a chi vuole realizzare qualcosa di rapido e gratificante. Tra l’altro i sottotitoli in inglese sono sintetici e chiari.

Un unico consiglio: studiare bene il rapporto filo/misura delle perline per evitare che il filo si veda troppo.

Alla prossima….Sono tornata!!!! T

Sarà..

Standard

Sarà il rientro in città dopo una lunghissima permanenza in montagna, sarà il fatto di aver tanto sperimentato e poco prodotto, sarà la malinconia dopo certe notizie tristi per cui ho preferito dedicare tempo e spazio ai miei piccoli compagni di vita a quattro zampe… insomma per parecchie settimane sono rimasta in silenzio.

In verità penso che anche questa tipologia di blog debba in qualche modo rispecchiare la vita reale che non è esattamente perfetta come le creazioni che vi si pubblicano: non siamo macchine e qualche volta le pause sono necessarie.

Dicevo: dopo tanti esperimenti in parte conclusi ed in parte no, finalmente ho visto un po’ di luce. Seguendo un video  di Svetlana McDaniel e con un occhio a quanto stavano facendo le sue mani ed un altro alle scarne, ma precise, indicazioni in inglese, ho realizzato – non al primo colpo, ma questa non è una novità – questo bracciale che mi piace davvero molto:

bracciale casual

Adoro i contrasti, le perline inframmezzate con le catene, l’inserimento di componenti sdrammatizzanti: ecco qui c’è tutto questo e sono sicura che ripeterò l’esperimento in altri colori.

Brevissimi appunti:
1) per me le perle da 4 mm e le perline 11/0 non andavano molto d’accordo: si vedeva il filo nei vari passaggi e il tutto rimaneva troppo floscio, per cui ho ridotto la dimensione delle perle ed il risultato è stato perfetto. La spirale è facile e veloce e poi ne basta un pezzetto da 7 cm;
2) siccome non ho molta fiducia negli anelli di metallo per la chiusura uniti alla lavorazione di perline con due semplici passaggi di filo, ho fatto una leggera variante  sulle estremità: all’inizio ha lasciato una coda di filo di almeno 15 cm e una volta terminata la spirale ho realizzato un’asolina con 8 perline ripassando per bene il filo e fissandolo poi con una serie di nodi; stesso procedimento ripetuto dall’altro lato.

Tutto qui.

Alla prossima. T

Bracciali estivi (facilissimi)

Standard

Ecco un piccolo contributo all’estate che per ora si vede poco…

bracciali facili

 

Non credo che servano molte parole per descriverli. Sono partita da un semplicissimo chiodino – con ovviamente un occhiello ad ogni estremità –  su cui ho inserito il materiale scelto; è bastato poi  aggiungere anelli e cordini (in seta ed in camoscio)  e  e fissare una chiusura. La cosa più difficile è determinare l’esatta lunghezza per il mio polso: dei quattro campioni nessuno viene bene, o troppo lungo o troppo corto…

A parte il mio caso,  credo che l’adattabilità al polso sia il nocciolo del problema per questo tipo di braccialetti: quindi urge una soluzione. Vedremo.

Per intanto, aspettando una giornata finalmente bella dalla mattina alla sera, proseguo con gli esperimenti.

Alla prossima. T