Mercatini

Standard

Ovvero: attrezziamoci al meglio.

Il cartello era chiaro, ma era giorno di festa e allora per le vie del paesino cuneese si teneva l’ennesimo mercatino estivo.
Lungi da me entrare nella disputa mercatino sì/mercatino no; vorrei porre solo una domanda: e se questi benedetti mercatini (infatti si chiamano così e non mercati)  fossero veramente una mostra di lavoretti artigianali, opere dell’ingegno e della manualità  e non i soliti banchetti di magliette, ombrelli e occhiali di plastica?

E ritorno all’inizio, cioè: facciamo qualcosa, o meglio costruiamo qualcosa, per esporre nel miglior modo possibile la nostra produzione, modesta quanto si vuole, ma  fatta con le nostre mani e con  tanto, tanto impegno.

A noi in famiglia piace lavorare il legno: siamo partiti piano piano, con semplici trabiccoli;  poco alla volta i progetti sono diventati più ambiziosi e – forse – anche più utili. Per le esposizioni questi sono stati i risultati: un porta-collane e un porta-orecchini/pendenti. Per il porta-bracciali  non è stato necessario un gran lavoro: è bastato rifasciare con del velluto dei tubi di plastica, recuperati dagli scarti di una tipografia.

                                          

  

e così risultava la composizione finale:

 

 Alla prossima. T

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...